Passeggiata guidata “Tramuntana magica”

Come un vero e proprio viaggio a ritroso nel tempo, questa passeggiata ti porterà a scoprire Beli, la Caisole di un tempo, la Caput Insulae e il bosco mistico di Tramuntana. La bellezza del paesaggio magico di Tramuntana è chiaramente visibile nel suo mondo vegetale ed animale straordinariamente preservato.

Trascorri una delle tue giornate di vacanza a spasso per il misterioso bosco di Tramuntana sul versante settentrionale dell’isola di Cherso (Cres). Nell’area di Tramuntana si contano ben 7 sentieri ecologici che attraversano quelle che, un tempo, erano le strade che collegavano altrettanti villaggi e casolari di pastori, oggi completamente abbandonati, oltre a 7 sentieri di montagna ed 3 percorsi ciclabili. In questo mondo di natura selvaggia, ti capiterà d’imbatterti in pecore, tartarughe e grifoni. I sentieri delimitati da muretti a secco che compongono i labirinti che ti proponiamo vanno percorsi seguendo i punti segnalati.

COSE D’INTERESSE:

Il labirinto di Lada

Lada era la dea paleocroata della bellezza e dell’amore che personificava le forze della natura nel loro nascere. Lada era solita accompagnarsi alle ninfe Ladarice le quali, abbandonando questo mondo, s’insediarono tra le stelle. Fu così che nacquero le Pleiadi, conosciute anche come le Sette sorelle. Questo labirinto è la replica fedele di un labirinto della Roma antica scoperto a Pola.

Il labirinto di Vesna

È la replica ingigantita del labirinto che si trova nella cattedrale di Notre-Dame de Chartres in Francia. È dedicato a Vesna, dea paleocroata della primavera, colei che metteva armonia tra il cuore e la ragione, tra la bellezza e la grazia. Vesna è quella divinità primaverile che, prese le sembianze terrene, indossa vesti ornate di boccioli, fiori, erba e foglie.

Il labirinto di Iside

Nell’antico Egitto, Iside era considerata la dea madre, simbolo della nascita, della fertilità e della ricchezza della terra. Al culto di Iside si ritiene corrisponda, in ambito cristiano, la venerazione delle Madonne nere. E siccome nella chiesa parrocchiale di Beli c’è una miracolosa statua della Madonna nera, questo labirinto è stato dedicato appunto a Iside. I villaggi e i casolari che questo sentiero unisce, oggi sono luoghi fantasma abbandonati ormai da tempo; i quali, tuttavia, destano interesse come fossero le sale d’un museo etnografico a cielo aperto.

*Da segnalare anche la salita alla Gorica che, con i suoi 648 metri, è il rilievo più alto dell’isola di Cherso. La tradizione escursionistica dell’isola di Cherso prosegue anche sul Sis, colle di 639 metri.

*Il sentiero di montagna che, dallo scalo dei traghetti di Porozina porta a Beli, richiede dalle 3 alle 4 ore di cammino.

*In Croazia i grifoni nidificano ormai soltanto sulle isole quarnerine. Con una popolazione di circa cento coppie, il grifone è diventato il simbolo dell’isola di Cherso. Se punterai gli occhi al cielo, con un po’ di fortuna vedrai sua maestà il grifone in volo.

Durata:
1 giorno

Quota di partecipazione: 250,00 HRK per persona

125,00 HRK per i bambini dai 7 ai 14 anni se accompagnati da un adulto.

Included in the price:

  • una mappa digitale dei sentiri che attraversano la Tramuntana
  • un biglietto per l'ingresso al Centro visitatori e per il recupero dei grifoni 
  • Caffè o tè al Griffon shop & bar
  • pranzo presso la Pansion Tramontana: gnocchi con gulash di selvaggina e insalata; polenta con fomraggio di pecora e crema alla salvia; pesce alla griglia con polenta e bietola
  • una bibita analcolica inclusa: succo (da sciroppo di melograno o salvia), acqua

* è possibile, avvisando anticipatamente, disporre di piatti senza lattosio, senza glutine, vegani e anche cruditè

Un idea per una gita giornaliera

Se soggiornate vicino all'isola di Cres, potete anche fare una gita giornaliera a piedi e visitare Beli. Arrivate fino alla stazione dei traghetti di Brestova, lasciate la vostra macchina o il bus (se siete un gruppo), salite sul traghetto che vi porta fino alla stazione di Porozina sull'isola di Cres. Il sentiero che vi porta a Beli comincia a Porozina.

Per venire a Beli si deve seguire l'eco-sentiero arancio. Il sentiero inizia dividendosi in due direzioni. Se andate a sinistra, arrivate al villagio abbandonato di Rosuja dove potete godere della splendida vista sul golfo del Quarnero e dell'Istria. Dopo il vilaggio di Petričevi il sentiero arancio incontra il sentiero blu. Seguite il sentiero blu per arrivare a Beli.